BAGLIORI D'AUTORE 2006 | EMILE ZOLA
II EDIZIONE DEL FESTIVAL NAZIONALE DI LETTERATURA
PERUGIA


Sette giornate dedicate ad Emile Zola. Dal 24 al 31 Ottobre la seconda edizione di Bagliori d'Autore punta l'obiettivo sul padre del Naturalismo. Dopo il successo dell' edizione dedicata allo scrittore svizzero Dürrenmatt, Bagliori d'Autore sceglie di sviluppare le tematiche care allo scrittore francese, celebrandone le sue opere e il suo impegno civile. Dal mastodontico ciclo dei Rougon Macquart, alla nobile battaglia in nome della Giustizia in quello che divenne un manifesto di libertą (j'accuse), la vita e le opere di Emile Zola verranno trattate attraverso eventi originali e inediti, con l'ausilio di esperti e studiosi a livello nazionale.

Viaggiando fra romanticismo e decadentismo, fra bovarismo e autodistruzione fra bovarismo e autodistruzione, attraverso le debolezze e le ossesioni "fisiologiche" con cui si confrontano i personaggi delle opere di Zola, in un interessante percorso non solo letterario, ma anche socio-storico, umano e culturale, fra arte, costume, storia e antropologia. La rassegna si presenta quindi come un'occasione unica per conoscere pił da vicino, oltre che un autore dall'indiscusso spessore culturale, anche un'intera epoca, nella quale si sono intrecciati movimenti e vicende sociali e culturali che tuttora hanno un'eco nella nostra realtą contemporanea. Ad introdurre il festival sarą una conferenza teatralizzata e multimediale di Simone Casucci e Mario Coletti utile a individuare il personaggio Zola, confrontato con le inquietudini del suo tempo nell'evento "L'eroe, il nemico ed il Dio nascosto: la metafora vivente di Zola" presso la Libreria Mondadori di Perugia. E la mattina seguente presso l'Universitą degli Stranieri, sarą il prof.Luigi Panella (Scuola Normale Superiore di Pisa) ad affrontare un'introduzione all'intero ciclo dei Rougon Macquart, per individuarne le sue peculiaritą e i vari profili di denuncia in esso presenti. E fra le 20 opere presenti in uno fra i cicli di romanzi pił famose della letteratura di tutti i tempi, Bagliori d' Autore ha deciso di celebrarne alcuni fra i pił rappresentativi attraverso gli eventi dei giorni successivi: Presso il Ristorante Naną sarą presentato il libro "Sua eccellenza Eugčne Rougon", opera per la prima volta tradotta in Italia, ma mai pubblicata nella nostra lingua, da Giovanni Paoletti.

Durante tale serata si avranno delle teatralizzazioni dedicate al 7° romanzo del ciclo dei Rougon, L'Assommoir, con l'attrice Olivia Volpi nella parte di Gervaise. Presso il Teatro San Martino di Perugia andrą in scena, per la prima volta in Italia, l'adattamento del 10° capitolo del ciclo dei Rougon Macquart "Pot-Bouille" con il titolo "La Conquista di Parigi" scritto e diretto da Bruno Taburchi. Viceversa con la proiezione alla Sala dei Notari del film "L'angelo del Male" (1938) con J.Gabin, la rassegna celebrerą uno dei capolavori di Zola: "La Bete Humaine", 17° romanzo della serie dei Rougon-Macquart. Per l'impegno di Zola a difesa di Dreyfus, nella famosa lettera al Presidente della Repubblica apparsa sul giornale radicale Aurore, Bagliori d'Autore č lieta di ospitare Massimo Sestili, premio Letterario 2006 Cittą di Vigata, per il libro "L'errore Giudiziario - L'affaire Dreyfus, Zola e la stampa italiana". Sarą lui a divulgare aspetti ancora inediti su uno degli scandali politici pił eclatanti dell' 800 .