BAGLIORI D'AUTORE 2005 | FRIEDERICH DÜRRENMATT
I EDIZIONE DEL FESTIVAL NAZIONALE DI LETTERATURA
PERUGIA


La prima edizione della rassegna letteraria Bagliori d'autore, patrocinata dal Comune di Perugia e dal Centro Culturale Svizzero, è dedicata alla vita e alle opere di Friëdrich Dürrenmatt.

La rassegna prevede vari eventi legati all'opera dell'autore: dalla proiezione del film "Assassinio sul ponte (1975)" tratto dal romanzo "Il giudice e il suo boia" con J.Voight, J.Bisset e lo stesso Dürrenmatt in una inedita, quanto singolare, veste di attore, alla trasmissione radiofonica del radiodramma "Colloquio notturno con un uomo disprezzato". Se sarà possibile ascoltare la lettura di alcuni brani tratti dai romanzi principali dell'autore, sia in lingua italiana che in lingua tedesca, ci sarà l'occasione, per di più, di assistere allo spettacolo teatrale Rinascere all’alba ispirato a "La Panne" celebre racconto dell’artista elvetico.

La rassegna prevede inoltre, un importante ciclo di incontri su alcuni interessanti temi legati all’opera e al pensiero dell’autore. Verranno affrontati temi attuali come quello della giustizia, con incursioni nel mondo del romanzo giallo e del romanzo poliziesco. Saranno esaminate le opere maggiormente legate ai miti dell’antichità e i testi teatrali che hanno reso Dürrenmatt una delle figure di maggior rilievo nel mondo letterario del novecento. Sono coinvolti nella figura di relatori alcune personalità umanistiche italiane di grande rilievo: dal professor Alessandro Tinterri docente di Storia del teatro all’Università degli Studi di Perugia a Giuseppe Panella dalla Scuola Superiore Normale di Pisa.

Il progetto letterario prevede una nutrita partecipazione di studenti dei 3 principali licei di Perugia (Classico Mariotti, Scientifico Alessi, Scientifico Galilei) a tutti gli appuntamenti della rassegna. Nei luoghi d'arte del centro storico di Perugia, quindi, un'occasione unica, per conoscere più da vicino un autore di grande spessore culturale e dai tanti inaspettati risvolti artistici e umani.